Booking.com
Guarda il video X

Attacco a Bruxelles: I fatti principali fino ad ora.

– Il bilancio delle vittime è salito a 32 morti e 270 feriti. Undici persone sono morte all’aeroporto, le altre in metro.
– Tra i dispersi c’è anche l’italiana Patricia Rizzo, funzionaria delle istituzioni europee
– Tre gli italiani feriti, per fortuna in modo lieve
– L’Isis ha rivendicato l’attentato
– La polizia ha identificato due fratelli kamikaze – Khalid e Ibrahim El-Bakroui. Uno si sarebbe fatto esplodere all’aeroporto, l’altro in metro. Secondo il quotidiano belga De Standaard e altri media che citano fonti giudiziarie e della polizia, il secondo kamikaze sarebbe Naijim Laachraoui, l’artificiere degli attacchi del 13 novembre a Parigi
– Ibrahim El Bakroui era stato arrestato in Turchia a giugno ed estradato in Belgio, ha annunciato il presidente turco Erdogan. Ma il ministro della Giustizia belga ha invece precisato che l’espulsione sarebbe stata verso l’Olanda. Il fratello, Khalid El Bakroui, invece, rivela il New York Times, era nella lista dei ricercati dell’Interpol
– In un audiotestamento Ibrahim Bakraoui aveva annunciato di volere vendicare l’arresto di Salah
– I ministri dell’Interno europei si riuniranno domani pomeriggio in un Consiglio straordinario per coordinare la risposta europea agli attacchi di Bruxelles
– Gli attacchi di Bruxelles sarebbero stati programmati per Pasquetta e anticipati dopo l’arresto di Salah Abdeslam. A dirlo è la rete in lingua fiamminga Vtm.
– L’Isis avrebbe addestrato e rimandato in Europa per compiere attentati tra i 400 e i 600 «combattenti», secondo quanto ha appreso l’agenzia Associated Press da fonti della sicurezza europea e irachena.

da: Ilcorrieredellasera