Booking.com

Denim…Passato, Presente & Futuro

Chi di noi non ha almeno un capo in denim nel suo armadio????

un jeans , una camicia o un giacchetto, proprio per questo si può definire il capo più utilizzato, ogni giorno,  1 o 2 persone nel mondo fanno la stessa cosa, indossano un capo in denim!!!!

Partiamo dal principio, tutti noi a grandi linee conosciamo la storia del denim, ma capiamo perché è diventato un capo fondamentale e un trend sempre in crescita.

Nasce come capo da lavoro, 140 anni fa Levi Strauss giovane tedesco,figlio di imprenditori nel campo dell’abbigliamento, sbarca sulle coste californiane e incontrando un minatore, taglia per lui un paio di pantaloni con un tessuto ruvido usato per coprire i carri…ecco i primi LEVI’S della storia. Si ambientò del tutto in questo paese, fece rifornimento di tessuti e aprì una filiale dell’azienda familiare Levi Strauss & Co.

Prese piede questa “moda” tra i minatori ma nel tempo libero il giovane ragazzo iniziò a produrre pantaloni per uso quotidiano, si rese conto però che quel famoso tessuto usato per coprire i carri, sulla pelle era fastidioso e scelse un tessuto della città francese di Nimes. Ecco come nasce il nome DENIM (dal caratteristico colore blu con cui veniva tinto) è l’ abbreviazione americana del nome della città francese.

Noi italiani però, per quanto riguarda la manifattura, non arriviamo mai secondi, infatti i nostri marinai genovesi qualche decennio prima avevano già pensato di fare lo stesso con un tessuto di colore blu usato per le vele delle barche. Questa idea italiana non andò persa, nel nome blues Jeans, il primo termine indica ovviamente il colore,  Jeans invece sta per Genes termine con cui venivano definitivi i genovesi.

Fino al 1970 il denim non riesce ad entrare nella sfera moda, nonostante fosse apparso per la prima volta  su Vogue nel 1935 e già indossato comunemente da tempo. Il motivo principale è che venne pubblicizzato solo come capo da lavoro. Nel  1999 fece il debutto ufficiale con Tom Ford in Gucci.

Fino ad oggi il Denim è un must che si ripete di stagione in stagione non passando mai di moda, utilizzato ovviamente in diverse tipologie di prodotto,  non solo come capo di abbigliamento, lo troviamo anche come tessuto di arredo.

Nel 2015 spicca lo Street Style, quello che vede rinascere jeans a vita alta anni ’90 buttati nel “dimenticatoio”, buchi e strappi sono i protagonisti che caratterizzano il “classico” cinque tasche,  ma non solo, vediamo risorgere i pantaloni a  “zampa” tipico elemento della moda hippy.

Per il 2016 prende vita il TOTAL DENIM, outfit totalmente Jeans! I colori che spiccano sono il blu indaco o candeggiato, e perché non dargli una visione più elegante mettendo degli elementi che lo impreziosiscano?!

Questo nuovo anno sarà tutto all’insegna del… W il DENIM!!! [ads]