Booking.com

Dopo Volkswagen arriva lo Scandalo Deutsche Bank

Dopo il recente scandalo tedesco del Dieselgate che ha coinvolto il colosso dell’automobile Volkswagen, arriva un altro colpo basso per la Germania: la Deutsche Bank chiude i bilanci del terzo trimestre con i conti in rosso, – 6,2 miliardi di euro.

La banca tedesca ha lanciato un ‘profit warning’ sui conti. A gravare su questi ultimi ci sarebbero 5,8 miliardi di oneri straordinari causati dalle esigenze di adeguare i requisiti patrimoniali. La Deutsche Bank rischia di dover iscrivere a bilancio maxi-svalutazioni sulla sua unità investment banking e sulle due attività destinate alla dismissione, la banca retail Postbank e la partecipazione del 20% nella cinese Hua Xia Bank (che pesa per 600 milioni).

1,5 miliardi sarebbero invece stati accantonati per contenziosi (in particolare per l’inchiesta sui tassi manipolati). Come se non bastasse il gruppo è coinvolto in un’inchiesta in Svizzera a causa di sospetti di manipolazione dei prezzi del mercato dei metalli preziosi.

Intanto il numero 1 di Deutsche Bank si prepara a rimboccarsi le maniche: “Il management board di Deutsche Bank proporrà la riduzione o la cancellazione del dividendo per il bilancio 2015”. Sembra che rispetto al suo predecessore, il nuovo responsabile voglia fare pulizia e ritornare ‘in carreggiata’.

Insomma la tanto decantata impeccabilità della Germania continua a subire colpi bassi, prima con Volkswagen ed ora con Deutsche Bank. La cancelliera Angela Merkel forse dovrà rivedere alcuni dettagli. [ads]