Booking.com

Giardini verticali: moda e curiosità

[adstextlong]

Giardini verticali: moda e curiosità

Dopo quello costruito a Milano, presto anche Losanna avrà il suo Bosco Verticale.

Il primo giardino verticale è quello della città lombarda di Milano, dove adiacenti al grande parco denominato “I Giardini di Porta Nuova”, due imponenti edifici, su cui crescono più di 1.000 esemplari di piante, si integrano alla perfezione nel verde che li circonda.

Il giardino verticale, non è un semplice ripensamento “artistico” di creare edifici, ma sembra di più una filosofia che unisce la comodità di vivere in una grande città, con la possibilità allo stesso tempo di vivere immersi nella natura. Bosco-verticale2

Una voglia di tranquillità.

Il connubio natura – città ha trovato un altro luogo dove sorgere, parliamo di Losanna; nella città infatti sorgerà un edificio di 36 piani che ospiteranno centinaia di alberi di cedro. L’edificio soprannominato “La Torre dei Cedri” sorgerà precisamente a Chavannes Près Renens.

Il progetto è stato realizzato da dallo studio Stefano Boeri Architetti con la collaborazione di Buro Happold Engineering per quanto concerne alcune delle strutture e dall’agronoma Laura Gatti per la sistemazione arborea dei cedri.

Dalla realizzazione dell’edificio sicuramente ci aspetta curiosità, tanto che nel progetto è stata ideata la realizzazione di un ristorante panoramico, che possa lasciare esterrefatti dal panorama e dalla cucina.

I giardini verticali sono un progetto, un opera che unisce moda e curiosità; una moda che sposa la voglia di natura, con i suoi benefici, senza però rinunciare alla comodità di servizi che offre la città. La curiosità di sapere quanto sia in grado la natura, con le sue specie arboree di sopravvivere, “ di essere padrona” in verticale della terra da dove nascono.

[ads]