Booking.com

La Sapienza e il suo Orto Botanico


L’ateneo universitario di Roma la Sapienza cura e gestisce uno spettacolare Orto Botanico.
Questa meraviglia, non è un semplice “orto” bensì un’esposizione floreale, dove immergersi in meravigliosi colori e profumi, accompagnati da colori unici.

L’Orto Botanico è un Museo che appartiene al dipartimento di Biologia Ambientale dell’università La Sapienza di Roma, che offre ai visitatori una superficie d’esposizione ampia, pari ai circa dodici ettari, dove sono presenti innumerevoli serre.

Le caratteristiche di questo luogo sono varie, la prima è il fatto di sorgere nell’agglomerato urbano della città; un’altra caratteristica è di offrire una ricostruzione vasta e meticolosa degli ambienti dove proliferano le preziose specie arboree.

L’Orto Botanico è da considerarsi un prezioso scenario per le ricerche scientifiche nell’ambito ambientale e biologico. Un luogo assolutamente da visitare; e per i curiosi elenchiamo alcune collezioni presenti:

Il Bosco Mediterraneo

Situato nella zona collinare, rappresenta una testimonianza della vegetazione che ricopriva in passato il Colle del Gianicolo. È costituito in prevalenza da querce, fra le quali Quercus ilex L., Quercus pubescens Willd., Quercus robur L. e Quercus petraea (Matt.) Liebl. Sono presenti, inoltre, Acer campestre L., Viburnum tinus L., Laurus nobilis L., Carpinus betulus L. e Rhamnus alaternus L.

Il Roseto

Il disegno del roseto è stato tracciato seguendo, attraverso una numerazione e una collocazione progressiva, lo schema di derivazione delle attuali rose coltivate dalle prime rose spontanee (che presentano tutte fiori semplici a 5 petali). Le più importanti fra le rose antiche da giardino hanno avuto origine da Rosa gallica L., Rosa phoenicia Boiss., Rosa canina L., e da altre entità comunemente riunite sotto il nome di Rosa moschata s.l. Nel roseto è inoltre presente una considerevole collezione di rose spontanee presenti in Italia.

Il Giardino degli Aromi

È organizzato in una serie di aiuole rialzate in muratura che accolgono specie riconoscibili tramite caratteristiche tattili (ad esempio la pubescenza) o olfattive (aroma) e corredate da cartellini in Braille.

L’Orto dei Semplici

Con il termine “Semplici” si indicano le piante medicinali, dette anche “officinali” da “officina”, ossia laboratorio farmaceutico. Nell’Orto dei “Semplici” le specie medicinali sono organizzate in aiuole rialzate, realizzate in muratura. Altre specie officinali sono coltivate nell’area circostante, mentre altre ancora sono presenti all’interno dell’adiacente Serra Tropicale.

La Serra Monumentale

È stata costruita dalla ditta Mathian di Lione nel 1877; ospita una collezione di euforbie, con individui di Euphorbia abyssinica J.F. Gmel., Euphorbia grandicornis Goebel ex N.E. Br., Euphorbia tirucalli L., Euphorbia mauritanica L. e due rampicanti, Quisqualis indica L. e Petrea volubilis L. Addossati lateralmente alla Serra monumentale, si trovano due serre a spiovente unico.

La Serra Corsini

Realizzata nel XIX secolo, rappresenta la prima serra calda edificata nel giardino. Ospita una collezione di succulente le cui famiglie maggiormente rappresentate sono Cactaceae, Agavaceae, Euphorbiaceae e Crassulaceae. Di pregio, nella collezione, la presenza di caudiciformi, che comprende in particolare i generi Fockea e Pachypodium. Sono inoltre presenti due vasche.

Informazioni dove è situto L’Orto Botanico di Roma La Sapienza
Largo Cristina di Svezia, 24 – 00165 Roma
Tel. +39 06 49917107 Email: info-ortobotanico@uniroma1.it 
Web: http://web.uniroma1.it/ortobotanico