Booking.com

Metro C: date per Lodi e San Giovanni

Attualmente la metro C, terza vera e propria linea della Capitale, è attiva tra Pantano ed il Parco di Centocelle, ma nei mesi che verranno il suo futuro potrebbe cambiare. Infatti di sicuro sono già previste alcune nuove stazioni/fermate come l’approdo a San Giovanni (che diverrebbe un punto di incontro con la linea metro A). Nei programmi c’è anche un prolungamento fino a Piazza Venezia , dove i lavori sono già iniziati. Il problema è che il tempo necessario per arrivare fin lì è di circa 10 anni. Comunque al di là di Piazza Venezia rimangono ancora molte incertezze: l’obiettivo sarebbe quello di proseguire fino a Roma Nord con i lavori, ma ancora non ci sono conferme.

La tratta della linea metro C tra Centocelle e Lodi sarà aperta tra fine giugno e la metà del mese di luglio, secondo le parole del presidente di Roma Metropolitane, Paolo Omodeo Salè. Come accennato sopra, questo collegamento porterà molti vantaggi a livello di collegamenti, grazie alla forte vicinanza della stazione Lodi rispetto a quella della metro A di San Giovanni.

Sono stati depositati a dicembre i progetti definitivi per il tratto che arriverà da via dei Fori Imperiali a Piazza Venezia ed il progetto di massima che riguarda il tratto da Piazza Venezia ad Ottaviano. Quest’ultimo progetto prevede dopo Venezia le stazioni di San Pietro (che sarà realizzata tra via della Conciliazione e Castel Sant’Angelo). Non ci saranno stazioni lungo Corso Vittorio per l’impossibilità recata dagli innumerevoli reperti archeologici. Il prezzo complessivo della tratta si aggira intorno agli 1,3 miliardi di euro. Secondo il Presidente di Roma Metropolitane Salè l’opera deve arrivare fino a Grottarossa, perchè ne gioverebbe la viabilità dell’intera città.

metro-c-lavori

lavori metro C Colosseo

 

Per quanto riguarda le spese del progetto che arriverà ai Fori, facendo una media, i lavori sarebbero costati all’incirca 140 milioni per chilometro (per arrivare ad un complessivo di circa 3 miliardi di euro), circa 80 milioni in meno a chilometro rispetto a molte altre metro d’Europa.

Il tempo dirà se i progetti ed i termini verranno rispettati per completare una delle opere più importanti e necessarie che riguardano la Capitale.