Booking.com

Scienziati calano microfono 15km sottoterra: il suono è grottesco

In Siberia alcuni ricercatori hanno calato sotto la crosta terrestre, approfittando di una cavità naturale profonda ben 15 km, un’apparecchiatura dotata di microfono e sensori per captare eventuali vibrazioni, oltre che temperatura dell’ambiente e altri dati interessanti dal punto di vista scientifico.
[ads]

I rumori registrati sono a dir poco spettrali, tanto che la registrazione è stata ribattezzata “il suono dell’inferno”, non mancando di suscitare scaramanzie tra la parte più impressionabile della popolazione. Secondo alcuni scienziati, si tratterebbe del suono, amplificato e distorto dalla cavità, del rumore di correnti d’aria che attraverserebbero la cavità, ma è solo una ipotesi al vaglio