Booking.com
Pubblicità
Vai al video

Tutorial Illuminante Viso [VIDEO]


Per scegliere un buon illuminante, adatto alla propria carnagione, bisogna prestare attenzione al colore della propria pelle perche questo prodotto deve avere la funzione di far “brillare” e mettere in risalto alcune zone del viso, creando appunto un gioco di luce!

Sicuramente l’illuminante deve essere di tonalità chiara, dal beige al rosa a seconda che si abbia una pelle ambrata oppure rosata.

Vi sono infatti alcuni di questi prodotti che posseggono sfumature particolari come possono essere l’arancione o il rosso, che proprio non si addicono a tutte le carnagioni. Per questo è indispensabile provarlo almeno sul dorso della mano e non comprare ad occhi chiusi o fidandosi dell’aspetto esteriore della confezione.

Ancora più importante del colore è riuscire a scegliere la Texture Adatta!

Esistono infatti due principali tipologie di illuminanti: in crema ed in polvere.
I primi sono solitamente da preferirsi, poiché si fondono meglio con la pelle ed assicurano un effetto molto naturale. Sono anche più semplici da stendere ma possono avere una durata inferiore rispeto a quelli in polvere, soprattutto nelle persone con una pelle a tendenza oleosa. I secondi invece, proprio per la loro composizione polverosa, si fissano meglio sul viso ed anzi possono anche avere l’effetto di asciugare il sebo in eccesso, tuttavia risultano più “evidenti” ed artificiali.

 

La funzione dell’illuminante non va confusa con quella di altri prodotti che, contenendo particelle riflettenti al loro interno, potrebbero apparire dei facili sostituti.
Esistono ad esempio delle creme colorate e dei veri e propri fondotinta che contengono perlescenze o finissimi glitter. Questi prodotti vanno stesi su tutto il viso per donare ad esso un effetto lucente, per cui, in questo caso, si potrebbe evitare la stesura ulteriore dell’illuminante per non far apparire il tutto troppo pesante.