Booking.com

Visita Guidata al Bunker Villa Ada Savoia Giugno 2017


Il Fantastico Bunker Villa Ada della Famiglia Savoia  sarà aperto per viste guidate il 24 – 25 – 27 Giugno in occasione dell evento che porta il nome di: La Lunga Estate del ’43. Il Bunker Villa Ada Savoia, da considerarsi rifugio personale della famiglia reale, si può definire un adattamento tutto italiano ai parametri dell’«armatura di Braunschweig» che, anche grazie all’originalità degli accorgimenti tecnici adottati per la sua fortificazione, va annoverato fra i sotterranei di questa tipologia più interessanti d’Italia. Costruito all’incirca nel 1942 quando il timore di incursioni aeree sulla Capitale iniziò a farsi più concreto, fu una scelta quantomeno singolare, il luogo dove edificare il Bunker fu individuato in direzione nord rispetto alla palazzina, ad una distanza in linea d’aria di circa 350 metri.


Il progetto messo in atto era quello di poter sfruttare il cambio di quota dovuto alla presenza di una collinetta, fu dunque scavato all’interno del banco tufaceo della collinetta stessa, forse sfruttando in parte degli ambienti di cava già esistenti. Particolarità del Bunker che lo ha reso “famoso” in tutta Italia era quella di poter accogliere al suo interno delle autovetture in modo da agevolare l’arrivo vista la distanza dal palazzo reale, nel corso degli anni è stata anche verificata la presenza di tunnel o passaggi che portassero direttamente alla villa ma tutte senza risultati positivi. La Struttura del Bunker Villa Ada ha un’insolita forma a ciambella, era composto da due grandi stanze di cui una ad alta pressione (Gasschleuße) sul modello tedesco, dotata di un efficace sistema di filtri per la depurazione e il ricambio dell’aria, completano il rifugio 2 bagni, un’anticamera e 2 ambienti di servizio. Il bunker era dotato anche di una via di fuga secondaria: con una splendida scala a chiocciola in travertino che si dovevano salire piu di 40 gradini per raggiungere un piccolo manufatto cilindrico in mattoni con copertura a forma di fungo, posizionato nella parte alta della collina.

Il restauro del bunker di Villa Ada della famiglia Savoia è avvenuto grazie alla passione di 48 volontari dell’associazione Roma Sotterranea, racconta la restauratrice Roberta Tessari – Il rifugio era nel più totale stato di abbandono e vandalizzato.  La struttura, voluta da Mussolini proprio nel cuore di Villa Ada, è completamente mimetizzata tra gli alberi, protetta dall’alto, sulla sommità della collina, da lastroni di cemento armato, ed è accessibile, caso raro per un rifugio, anche con le autovetture”.

INFORMAZIONI UTILI BUNKER VILLA ADA SAVOIA

E-mail: visite@bunkervillaada.it
Telefono: 3347401467
Prenotazioni Online: Clicca Qui
Bunker Villa Ada Savoia