Bignè di San Giuseppe: Ecco la Ricetta


Un altro Cult della pasticceria romana è il famoso Bignè di San Giuseppe che prende il nome dall’omonima ricorrenza di marzo. Li possiamo trovare in due varianti fritti o al forno ma diciamo che il Bignè originale resta quello fritto. Si parte da pochi ingredienti: acqua, farina, uova, un pizzico di lievito e una buona farcitura di crema pasticcera preparata al momento. Il Bignè molte volte viene confuso con le tradizionali “Zeppole di San Giuseppe” altro tipico dolce campano, sostanzialmente la differenza si trova nella forma e nella farcitura, Le zeppole vengono fritte e poi spaccate farcite con crema pasticera ed una amarena a guarnire, invece i bignè vengono fritti interi e poi farciti con sola crema pasticcera fatta al momento. Vediamo insieme la ricetta consigliata per voi per realizzare i Bignè di San Giuseppe in casa.

Ingredienti per 6 Persone

Farina 200g
Burro 100g
Uova 5
Zucchero 150g
Latte 1/2 litro
Sale q.b
Acqua 250ml
Zucchero a Velo 50g
Olio di Girasole 1l
Preferibilmente Olio di Girasole Altoleico

Preparazione dei Bigne di San Giuseppe

Versale l’acqua (250ml), il burro ed un pizzico di sale in una pentola e portare a ebbollizione, una volta raggiunta abbassare il fuoco e aggiungere a pioggia 150 grammi di farina, mescolare velocemente ed energicamente fino ad ottenere un impasto liscio senza grumi e che si stacchi facilmente dalla pentola di cottura

Rompere le uova e mescolarle con una forchetta, aggiungere poco alla volta all’impasto nella pentola fino ad ottenere un impasto abbastanza morbido. Lasciare riposare in frigo per circa 10 minuti

Versare l’olio in una padella dal borbo abbastanza alto e portare alla temperatura di 160 gradi (aiutarsi con un termometro da cucina). Prendere l’impasto dalla pentola in frigorifero e disporlo all’interno di un sac à poche con una punta di circa 2 cm e confezionare i bigne su una superficie liscia.

Una volta preparati aiutandovi con una spatola da cucina farli scivolare lentamente nell’olio bollente, (molto utile al fine della realizzazione stessa è cuocere pochi bigne alla volta) lasciateli cuocere finche non saranno abbastanza gonfi dopodiche alzare la fiamma fino a 180 gradi e finire la cottura fino a farli dorare. Proseguite con la frittura dei bignè e ricordate di abbassare sempre la temperatura dell’olio tra una cottura e l’altra.

Lasciate raffreddare i bignè e farciteli con la crema pasticcera aiutandovi con un sac à poche. Spolverizzateli con lo zucchero a velo e serviteli.

 

Ecco dove mangiare i migliori bignè di san giuseppe a Roma selezione a cura di Agrodolce
I Migliori Bignè di San Giuseppe a Roma