Roma ferma i diesel

A Rischio la circolazione di oltre 1 milione di veicoli

Il sindaco di Roma ha annunciato dal Messico, nei che entro il 2024 nel centro della Capitale i diesel non potranno più circolare. Molti esperti sono rimasti perplessi, altri hanno gridato di gioia.

Cosa comporterebbe fermare entro poco più di 5 anni i diesel a Roma? Premesso che il sindaco non ha specificato cosa intende per area del centro, si ipotizza che il numero di veicoli da fermare sia poco più di un milione.

1 milione di veicoli da rottamare

Il milione di veicoli è composto sia da autovetture per trasporto persone che veicoli da lavoro.

Il rischio concreto è quello che molti cittadini siano costretti a cambiare auto, alcune anche nuovissime. Sono messi al bando anche i veicoli omologati euro5 ed euro6. Una campagna d’odio contro i diesel, dove i nuovi propulsori emettono meno co2 dei motori a benzina e di molti altri alimentati sia a gpl, metano ed anche alcune ibride.

Bloccare la circolazione senza disporre di alternative è sconfortante. Paragonare una città come Parigi che non prima del 2025, bloccherà i diesel in maniere graduale, oggi vanta 14 linee metro, 3.000 autobus funzionanti e linee tram.

La città di Roma non ha neanche tre linee metro complete, non arriva a 1.500 autobus funzionanti. Al momento l’unica volontà del comune di Roma è bloccare i diesel, senza alternative.  

Avere a cuore la salute dei propri cittadini è doveroso, però prima si combattono le caldaie di riscaldamento a gasolio, gli autocarri Euro1 che trasportano le merci, si combattono i roghi tossici.

Prima bisognare recuperare il verde pubblico ed offrire mezzi di trasporto pubblico adeguato.

 

 

I dati sono stati estrapolati da: IlMessaggero